La Veneto Piping School e il clan MacLeod


La divisa della #VenetoPipingSchool non è un’uniforme casuale. Durante le esibizioni della banda, la scuola desidera far vivere al pubblico la magia della Scozia con un’esperienza unica data dall’ascolto di musica tradizionale e dall’atmosfera delle Highlands con i suoi usi e costumi. Per questo motivo è stata scelta la divisa tipica delle bande di cornamuse e rullanti scozzesi (pipe band) con giacca e kilt.

Ogni kilt però può essere confezionato con un diverso tartan ovvero il tessuto a quadri caratteristico i cui colori variano a seconda del clan. Fin da subito l’idea era di adottare un tartan significativo che creasse un legame fra gli allievi e un senso di appartenenza alla scuola proprio come avviene in un clan scozzese e quindi in una grande famiglia.

Dopo varie proposte è stato scelto il tartan MacLeod of Harris Ancient (la versione più antica del tartan #MacLeod of Harris) per vari motivi:

Il primo motivo è legato all’affetto e alla gratitudine per Roddy MacLeod MBE (Member of the Order of the British Empire), suonatore di cornamusa scozzese di fama internazionale e direttore del National Piping Centre di Glasgow (la scuola per cornamusa scozzese in Scozia) per ventiquattro anni. Il movimento del Piping Italiano deve davvero molto a Roddy che ogni anno da oltre vent’anni è presente con i suoi insegnamenti e consigli al raduno nazionale dei suonatori di cornamusa scozzese italiani.

Il luogo dove sorgeva la prima scuola di cornamusa

Il secondo motivo è legato invece alla storia. Si narra infatti che il clan MacLeod sia stato il primo clan in Scozia a riconoscere l’importanza della figura del piper (suonatore di cornamusa) all’interno del clan. Con le loro melodie questi musicisti scandivano i momenti della vita del clan in occasioni quotidiane oppure di festa, di lutto, di chiamata a raccolta o chiamata alle armi per una battaglia. Per questo motivo il clan istituì la figura del piper ereditario che fu assegnata alla famiglia dei MacCrimmon sostenendoli economicamente e donando loro un’abitazione e delle terre da coltivare nella frazione di Borreraig vicino al castello di #Dunvegan nell’isola di Skye, residenza del capoclan MacLeod.

Il castello di Dunvegan, sede del clan MacLeod

Ciò creò i presupposti perché la musica per cornamusa si sviluppasse e addirittura nascesse la prima scuola per cornamusa al mondo. Tra il 1500 e il 1800 furono numerosissimi i pipers che da tutte le regioni della Scozia si recavano alla scuola dei #MacCrimmon per formarsi e apprendere l’arte di suonare questo meraviglioso strumento ed è appunto a questa scuola che l’attività della Veneto Piping School idealmente si ispira.

Un terzo motivo sono i colori del tartan. Il tartan MacLeod si caratterizza per i colori azzurro e verde chiaro con la presenza di righe rosse e gialle. Sono i colori che in una visione romantica di questo tartan quale opera d’arte da indossare, richiamano proprio i colori dell’acqua e della laguna di Venezia per il verde e l’azzurro, mentre per le righe rosse e gialle richiamano i colori della bandiera storica del capoluogo veneto. Questi colori comuni evocano una sorta di gemellaggio fra il Veneto e la Scozia.

Non da ultimo, la scuola ha sposato pienamente la filosofia del motto del clan MacLeod “Hold Fast” ovvero “tieni duro” come invito a non arrendersi e non mollare. Si racconta infatti che Malcolm MacLeod (3°chief 1296-1370) sulla strada di ritorno al castello di Dunvegan fosse stato sfidato da un toro e che preso quest’ultimo per le corna sia riuscito a vincere la battaglia circondato dal supporto morale del proprio clan che lo incitava a non mollare al grido di “Hold Fast MacLeod”. Da allora la testa di un toro è il simbolo del clan e il motto sono le parole di incitamento “Hold Fast”. La Veneto Piping School ha fatto suo questo motto supportando e incitando i propri allievi a non arrendersi alle difficoltà che inevitabilmente si incontrano nello studio dello strumento, spronandoli a perfezionarsi come musicisti seguendo un percorso di miglioramento continuo e senza fine.

Inoltre dal 2017 la scuola ha preso contatti con la “MacLeod Society of Scotland”, la quale ha accolto la richiesta di adesione volontaria degli allievi della scuola veneta “Veneto Piping School” come membri della grande famiglia del clan MacLeod a tutti gli effetti. Un fantastico sigillo di fratellanza e amicizia fra il Veneto e la Scozia.